Posizionamento dei Friend di Arrampicata

| 0

bigalpineguide-posizionamento-friend-arrampicata

Mai un nome più appropriato è stato dato a un prodotto: FRIEND! Quando posizioniamo un friend, messo correttamente, il sentimento di amicizia nei suoi confronti nasce spontaneamente. Ma cosa sono e come funzionano? E, soprattutto, come procediamo per un corretto posizionamento dei Friend?

N.B. Le informazioni scritte non posso sostituire un’attenta preparazione sul campo, un Friend è un vero amico solo se è bello “saldo”.

STORIA DEI FRIEND DI ARRAMPICATA

I Friend sono delle protezioni mobili che vengono utilizzate principalmente in fessura. Insieme ai nut e ai chiodi da roccia sono le protezioni comunemente usate in tutti quei terreni dove non sono presenti fix o fittoni. Le definizioni per questo tipo di scalata sono ormai molte: da alpinismo, a trad climbing, clean climbing… Non entriamo ora nelle sottili differenze tra un termine e l’altro.

I friend sono stati inventati da Ray Jardine nella prima metà degli anni ’70. Ray era un ingegnere specializzato nel campo aerospaziale e, soprattutto, uno dei più forti arrampicatori della sua epoca. E’ stato il primo a scalare in libera la faccia ovest di El Captain oltre a The Phoenix, gradato 5.13a, nel 1977.

Ray voleva creare una protezione veloce da piazzare ed altrettanto da togliere, grazie alla sua genialità e alle conoscenze ingegneristiche creo i primi prototipi di Friend. Temendo che l’idea gli venisse copiata custodiva gelosamente la sua creazione e il nome Friend fu dato come nomignolo per identificarli tra i pochi soci che ne erano a conoscenza, e da lì rimase come nome comunemente usato.

Il friend è un attrezzo relativamente moderno. I Friend più conosciuti nell’ambiente arrampicatorio e alpinistico sono quelli della serie Camalot dell’azienda americana Black Diamond Equipment. Tanto che la parola “camalot” viene spesso utilizzata, anche se impropriamente, quale sinonimo per riferirsi a un qualsiasi Friend.

STRUTTURA DEI FRIEND DI ARRAMPICATA

schema Friend

Il Friend è composto da 4 camme con il bordo zigrinato, che si muovono sull’asse di rotazione, riducendo il volume occupato, grazie alla leva di carico che aziona i tiranti. Nella parte terminale c’è una fettuccia alla quale è possibile inserire il rinvio.

 

POSIZIONAMENTO DEI FRIEND DI ARRAMPICATA

Le 8 regole fondamentali da seguire nel posizionamento dei Friend sono:

  1. Roccia buona: chiaramente se la protezione è messa nella posizione perfetta, ma la roccia su cui andrà lavorare non è buona, la tenuta del Friend è nulla. Quindi è necessario controllare la qualità della roccia all’interno e dei bordi della fessura.
  2. Angolo di caduta: nel posizionamento dei Friend bisogna valutare lo spostamento che subirà una volta che verrà caricato a causa di una caduta. Per semplificare in una fessura verticale la protezione dovrà essere inserita con la fettuccia rivolta verso il basso, in questo modo il Friend non si sposterà mentre viene caricato in caso di volo, con il rischio che assuma una posizione non ottimale.
  3. Aderenza di tutte le camme: una volta inserito il Friend nella fessura bisogna verificare che tutte le camme siano a contatto con la roccia. I KN di tenuta indicati per ogni Friend sono validi se le camme lavorano tutte contemporaneamente.
  4. Allungare i rinvii: quando si scala su protezioni mobili è fondamentale ridurre gli attriti della corda sui rinvii, questo perché la corda che scorre sui moschettoni trasferisce la tensione alla protezione, che si può muovere, modificando così la posizione ottimale scelta. Per evitare questo ricordiamoci di avere sempre degli “slunghi” che possano ridurre gli angoli della corda.
  5. Apertura tra 50%-80%: le camme devono essere in un range di apertura tra il 50% e 90% della loro mobilità. Sotto il 50% la porzione che si appoggia sulla roccia è molto bassa e inoltre c’è la possibilità, soprattutto su alcune tipologie di Friend, che le camme si ribaltino compromettendo completamente la tenuta della protezione. Allo stesso modo se il Friend ha le camme troppo chiuse perde la capacità di espandersi in caso di una forte sollecitazione, inoltre è poi molto difficile da estrarre. Ricordiamoci che abbiamo sempre varie misure di Friend.
  6. Non troppo in profondità: i Friend non vanno inseriti troppo in profondità, risulterebbe poi molto difficile estrarli, con eventuale perdita di tempo o anche del Friend, entrambi elementi che aumentano il rischio durante una scalata.
  7. Non troppo in superficie: chiaramente il Friend non va neanche posizionato troppo vicino al bordo della fessura. In questo caso, nell’eventualità di un volo, le camme potrebbero sollecitare una porzione di roccia inferiore e più debole. Oltretutto, ricordiamoci sempre che i Friend possono “camminare” e, quindi, ci sarebbe anche il rischio che escano.
  8. Studiare l’andamento della fessura: quando inseriamo il Friend dobbiamo controllare che non lo posizioniamo subito sopra (o subito sotto) un allargamento della fessura oppure in prossimità di una svasatura interna. Questo perché i Friend possono muoversi o a causa dello sfregamento della corda o per una sollecitazione dovuta a un volo, e se si dovessero trovare in un punto dove la fessura si allarga la tenuta è chiaramente compromessa.
CONCLUSIONE

Per ricapitolare la tenuta del Friend è data dalla tendenza delle camme ad allargarsi in caso di forte sollecitazione, da qui la logica di tutti i punti precedenti per il corretto posizionamento dei Friend.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alcuni video che riprendono il discorso su come proteggersi:

https://www.youtube.com/watch?v=BnVJ2blHbLsl

https://www.youtube.com/watch?v=4Bja4qDjgRg

https://www.youtube.com/watch?v=7Bd_nNB00fw

https://www.youtube.com/watch?v=1EfFt3DvdoA

https://www.youtube.com/watch?v=hNnfGHKgAMI

https://www.youtube.com/watch?v=bH2e33lEpzY

https://www.youtube.com/watch?v=aKuZvsa8Ppo

https://www.youtube.com/watch?v=OW3PJhSYPRQ

https://www.youtube.com/watch?v=oV6KW9NWImM

 

Per chi volesse imparare sul terreno come piazzare i Friend di arrampicata:

Trad Climbing Stage